Passa ai contenuti principali

Post

Post in evidenza

#PANEQUOTIDIANO,"Chi accoglie colui che io manderò, accoglie me."

La Liturgia di Giovedi 26 Aprile 2018 VANGELO (Gv 13,16-20) Commento:preparato dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire, Bassano Romano (VT)

+ Dal Vangelo secondo Giovanni

[Dopo che ebbe lavato i piedi ai discepoli, Gesù] disse loro:
«In verità, in verità io vi dico: un servo non è più grande del suo padrone, né un inviato è più grande di chi lo ha mandato. Sapendo queste cose, siete beati se le mettete in pratica.
Non parlo di tutti voi; io conosco quelli che ho scelto; ma deve compiersi la Scrittura: “Colui che mangia il mio pane ha alzato contro di me il suo calcagno”. Ve lo dico fin d’ora, prima che accada, perché, quando sarà avvenuto, crediate che Io sono.
In verità, in verità io vi dico: chi accoglie colui che io manderò, accoglie me; chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato».

Parola del Signore

Chi accoglie colui che io manderò, accoglie me.

Sappiamo che l'accoglienza di Dio è uno dei fondamenti della nostra vita cristiana. Ecco ciò che ci narra il br…

Ultimi post

Frati Domenicani Commento V Domenica di Pasqua

ORDINE DEI CARMELITANI, Lectio "L'immagine della vite vera, che è Gesù"

padre Antonio Rungi, "Potare i tralci secchi perché tutta la vite si rigeneri"

p. José María CASTILLO, "CHI RIMANE IN ME E IO IN LUI PORTA MOLTO FRUTTO"

Dai «Trattati su Giovanni» di sant'Agostino,"Il comandamento nuovo"

Paolo Curtaz, "Fiorire"

mons. Roberto Brunelli" Lavoro e libertà: ecco il segreto per dare frutto"

Don Marco Ceccarelli, Commento V Pasqua “B”

Abbazia Santa Maria di Pulsano, Lectio Domenica «della vite e dei tralci»

MONASTERO MARANGO«Dio è più grande del nostro cuore»